Sensori fotoelettrici

Sensori fotoelettrici

I sensori fotoelettrici indicano la presenza, l'assenza o la variazione del target grazie alla rilevazione di radiazioni luminose. Sono composti da un elemento emettitore e da un ricevitore che converte il segnale luminoso in un segnale elettrico, che viene elaborato per pilotare lo stadio di uscita. Esistono diverse modalità di rilevamento:

Diffusione diretta: emettitore e ricevitore sono incorporati nella stessa unità. La presenza di un target nel campo ottico produce la riflessione diffusa del fascio luminoso sul ricevitore e la conseguente rilevazione dell’oggetto stesso. Vantaggi di questa tipologia sono il facile allineamento, distanze di rilevazione moderate e catarifrangente non necessario.
Catarifrangente: emettitore e ricevitore sono incorporati nella stessa unità. Il segnale luminoso emesso dall’emettitore viene riflesso da un catarifrangente posto oltre il target e torna verso il sensore. La rilevazione avviene mediante l’interruzione del fascio determinata dalla presenza di un oggetto opaco. Facile allineamento e distanze di rilevazione moderate.
Catarifrangente polarizzata: variante del modello a catarifrangente. Ne elimina la criticità principale rispetto ad eventuali superfici riflettenti del target. Vantaggi: distanze di rilevazione moderate, non influenzata dai riflessi della superficie del target e facilità di allineamento.
Catarifrangente per oggetti trasparenti: altra variante del modello a catarifrangente. Permette la rilevazione di target con superfici trasparenti.
Riflessione diretta focalizzata: emettitore e ricevitore sono incorporati nella stessa unità. I fasci luminosi convergono in un punto dove la sensibilità è massima, mentre al di fuori la sensibilità diminuisce. Bassa influenza dello sfondo oltre la distanza di rilevazione del target.
Barriera: emettitore e ricevitore sono realizzati in due distinte unità e vengono installati uno di fronte all’altro. La rilevazione avviene mediante l’interruzione del percorso del fascio determinata dalla presenza del target. Vantaggi principali sono le lunghe distanze di rilevamento e nessuna influenza da parte dei riflessi o da oggetti molto riflettenti.
Soppressione di sfondo: emettitore e ricevitore sono incorporati nella stessa unità. Il sistema di rilevamento è basato su un principio di triangolarizzazione ed è sensibile all’angolo di riflessione, che diminuisce in proporzione alla distanza dell’oggetto. Il ricevitore riceve la luce riflessa sia quella degli oggetti vicini sia quella da oggetti lontani, distinguendo il target dallo sfondo. Lo sfondo oltre la distanza di rilevamento del target è ininfluente, così come il colore dell'oggetto.

Oltre le modalità sopra riportate, ci sono anche le modalità a Funzione Speciale, quali lettura di contrasto, lettura di luminescenza e lettura di colore. La gamma dei Sensori Fotoelettrici di MD comprende sensori cilindrici dal diametro M8 al diametro M18 e sensori rettangolari dal formato MINI al formato MAXI, per coprire tutte le esigenze delle applicazioni industriali. In particolare linee di trasporto, linee di imballaggio, macchine per lavorazione ceramica e legno e magazzini automatici. Sono inoltre disponibili customizzazioni secondo le particolari esigenze applicative dei clienti.

Tipologie principali:

Amplificatori per fibre ottiche Amplificatori per fibre ottiche Scopri di più...
Fibre ottiche Fibre ottiche Scopri di più...
Fotocellule a forcella Fotocellule a forcella Scopri di più...
Fotocellule cilindriche Fotocellule cilindriche Scopri di più...
Fotocellule cubiche Fotocellule cubiche Scopri di più...
Funzione speciale Funzione speciale Scopri di più...
Condividi.