Sensori e barriere di sicurezza

Le barriere fotoelettriche di sicurezza sono dispositivi elettrosensibili composti da uno o più raggi che, emessi da un elemento Emettitore e ricevuti da un elemento Ricevitore, creano un'area immateriale controllata. Vengono utilizzate per evitare incidenti o intrusioni nella zona controllata. Le caratteristiche fondamentali sono:

  • Livello di sicurezza (deve essere scelto in base al livello di rischio presente sulla macchina)
  • Risoluzione (indica la dimensione minima dell'oggetto che è possibile rilevare al suo transito nell'area controllata)
  • Altezza area protetta (è la misura che determina assieme alla portata, l'ampiezza della zona da controllare)
  • Portata (è la massima lunghezza dell'area protetta e la massima distanza possibile tra l'emettitore e il ricevitore)
  • Tempo di risposta (è il tempo che impiega la barriera a bloccare il sistema)
Condividi.