Molle a gas

Molle a gas

Le molle a gas sono utilizzate nelle applicazioni in cui si vuole spingere, tirare, sollevare, abbassare o posizionare coperchi, sportelli o altri componenti senza l’aiuto di una forza esterna. Vengono precaricate individualmente ad una determinata pressione, in funzione dell’applicazione. Durante la compressione dello stelo si ha un aumento della pressione dell'azoto che incrementa quindi la forza di reazione.
Le molle a gas hanno una curva di forza praticamente piatta; questa caratteristica le rende utili dove è necessario ottenere una spinta proporzionata al peso da sollevare o spostare.

Tipologie principali:

Molle a gas in compressione: è il modello standard. La pressione dell’azoto all’interno mantiene lo stelo esteso verso l’esterno che rientrando, a causa della forza a cui è sottoposto, comprime l’azoto tramite il pistone. Con la compressione del gas si genera una forza assiale con curva di forza piatta. Si ottiene così una spinta proporzionata al carico da sopportare. Molle a gas
Molle a gas in trazione: funziona in modo opposto alle molle a gas in compressione. Quando il carico non è presente, la pressione dell’azoto nel corpo mantiene l’asta retratta. La forza (di progressione) alla quale sarà sottoposta la molla a gas, tirerà verso l’esterno lo stelo. Vengono utilizzate per tutte le applicazioni in cui le molle a gas normali non possono essere utilizzate per mancanza di spazio. Molle a gas
Molle a gas bloccabili: permettono di bloccare la posizione dello stelo in una determinata posizione. Si dividono in base alla tipologia di blocco:
  • Blocco meccanico manuale posto sulla molla a gas, che permette di bloccare lo stelo in ogni posizione.
  • Sistema di Lock in-Lock out, dove è possibile bloccare lo stelo in posizione di tutto chiuso o tutto aperto.
  • Pulsante di sblocco o blocco che agisce su una valvola interna posizionata sul pistone. Questo permette di bloccare lo stelo in ogni posizione.
Molle a gas